• Home »
  • acquisto casa »
  • Le 20 cose “Horror” che fanno scappare gli acquirenti Italiani dalle nostre case in vendita … o c’è molto di più in gioco?

Le 20 cose “Horror” che fanno scappare gli acquirenti Italiani dalle nostre case in vendita … o c’è molto di più in gioco?

Buongiorno a tutti! Oggi vorrei parlare delle 20 cose che fanno scappare i nostri acquirenti dalle case in vendita nel nostro bel paese.
Bene! Incominciamo col dire che a oggi purtroppo è diventato più difficile vendere o affittare una casa, vuoi per la crisi generale che si è creata in Italia vuoi perché le nostre case non sono presentate proprio bene.
Ma basterà solo la presentazione a risolvere il problema o c’è molto di più in gioco?
Abbiamo appunto chiesto effettuando un sondaggio tra agenti immobiliari e professionisti dell’Home Staging, di indicarci quali sono le cose “Horror” principali che fanno scappare l’acquirente e/o se oltre la presentazione c’è molto di più in gioco.
Devo constatare che la maggior parte degli intervistati ancora oggi vivono in un mondo tutto loro, dalle risposte ottenute non sono pronti al cambiamento o rinnovamento ed  inspiegabilmente hanno saputo dare la colpa soltanto al sistema, al lavoro instabile e alla crisi in generale.

Crisi

Bene vediamo la nostra bella classifica!
1° posto in assoluto : Il prezzo, per tutti ormai fuori da molte logiche specie per appartamenti modesti od ubicati in zone di pregio ma completamente abbandonati a se stessi.
2° posto: La sporcizia, sporcizia e poi ancora sporcizia

sporcizia in cucina

Horror nelle nostre case disordine sporcizia

3° posto: il disordine che regna in ogni stanza
4° posto:  Immobili molto vissuti con arredo vecchio anche se di costruzione recente.
5° posto: Odori di cibo, animali domestici e fumo

Gatto lettiera in casa gatto e cane

6° posto: Una delle cose che fanno rabbrividire sono solitamente i bagni, da questi capisci molte cose.Bagno prima

7°posto:  l’esterno mal curato (giardino, facciate, terrazzi, balconi, ecc.)

Balcone scrostato Horror

8° posto: Fotografie presenti sui vari siti molte volte opportunamente truccate e poi distanti dalla realtà, oppure continuamente ri aggiornate come data d’immissione ma in realtà presenti da mesi, oppure utilizzate dalle varie
9° posto: La presenza dei proprietari durante le visite
10° posto: L’approssimazione della visita effettuata con l’agente immobiliare, quasi sempre in attesa del cliente successivo.
11° posto:  La mancanza di logica nell’eventuale trattativa, dapprima inflessibile sulla cifra richiesta e ,successivamente, disponibile a ribassi ingiustificati.
12° posto:  La cronica penuria di appartamenti realmente validi immessi sul mercato
13° posto: esiste il preoccupante elenco di futuri lavori condominiali che senza essere veggenti esperti appaiono immediatamente.(caldaie, balconi, facciate, portinerie,ecc)  e la presenza (specialmente in condomini “datati” di extracomunitari e cattivi pagatori)
antenna condominio
14° posto: Ovviamente rimane il grande problema dell’accesso al credito….

Credito Mutuo

15° posto: Sfiducia nei confronti della figura generica dell’agente immobiliare
16° posto: la tassazione insopportabile, il 3% chiesto più IVA che fa lievitare non poco il tutto, oltre a notaio ecc .ecc.
17° posto: La cosa peggiore di una certa gamma di immobili è certamente la classe energetica.
18° posto: L’insostenibilità del costo a mt quadro che dipende esclusivamente dalla zona dell’immobile, e per nulla dalle sue caratteristiche e qualità .
19°posto:  il bassissimo livello tecnologico.
20°posto:  La fuga dalle abitazioni di campagna (troppo isolate e costose da gestire), si predilige la micro villetta essendo oramai le famiglie composte da 2-3 soggetti.
21° posto e se volete andiamo avanti: Chi ha del denaro da investire non lo investe più nel mattone… e altre cose che non sto nemmeno ad elencare
Più che cose “HORROR” da elencare  ognuno ha preferito dire la sua
In generale  e come potrete constatare dai risultati, non solo le nostre case sono presentate male, ma ci sono anche troppe case in vendita .. quindi aumenta l’indecisione del compratore che nell’incertezza mette tutto in Stand-by .
Ecco cosa ci rivela Gabriella Sala  che si occupa di Staging & Redesign durante la nostra breve intervista
Suddividerei tra gli “Horror” riguardanti l’immobile e gli “Errori” che invece fanno i proprietari: 

ORRORE1 ORRORE2

 
Foto “Horror” pubblicate su vari portali di case in vendita
 
 
 
 
 
 
 
ORRORI DEGLI IMMOBILI
1 disordine
2 sporcizia
3 cattivi odori
4 letti sfatti
5 carta igienica srotolata
6 tapparelle abbassate                                                                     
ERRORI DEI PROPRIETARI
1 mancanza di ospitalità, cortesia
2 non profumano la casa
3 non accendono le lampade che creano atmosfera
4 magari offrire qualcosa può aiutare a scogliere il ghiaccio e a far sentire a proprio agio il nostro ospite (attrezzarsi con bibite, caffè, dolcetti o caramelle, etc.)
5 gli animali che girano per casa sono un’arma a doppio taglio: ok per gli amanti, ma cosa succede se un potenziale acquirente ha il terrore?
6 perchè non un po’ di musica in sottofondo? Diamo piacere a i nostri ospiti!

Ecco un esempio di come dovremmo presentare le nostre case

gabriella6

gabriella2

Mary Ciaccia un’altra nostra amatissima Home Stager Professional ci racconta invece che in Italia,  molte case in vendita anni 70/80  avrebbero bisogno di una piccola ristrutturazione per ottimizzare i costi futuri… il compratore oggi vuole casa chiavi in mano…e quelle di nuova costruzione costano troppo…..
Il valore degli immobili è ancora sceso e continua a farlo proprio perché  denaro non ne gira.
Poco lavoro , poca sicurezza di intraprendere mutui con le banche, poca sicurezza da parte delle banche a erogare mutui…
Manca la stabilità e quindi anche questo settore così importante dove girano cifre non indifferenti…è in balia dei venti e dell’insicurezza.
E’ ampiamente più alta l’offerta della richiesta poi….
Il nostro intervento di abbellimento e di suggerimenti Home Staging che creiamo nelle case NoN può che essere l’unica via di presentazione VINCENTE di un immobile che deve competere con tante altre offerte sul mercato.

vista camera dopo

 

Lo scopo di noi STAGERS  è rendere competitor quell’immobile e quindi va ben curato.
Qui entrano in gioco i famosi 40/60 secondi di visita su foto/vendita/immobili che possono diventare minuti di visibilità, con il ns lavoro di Staging offriamo questo e LE PROBABILITA’ DI VENDITA DI QUELL’IMMOBILE SI ALZANO.
Più che le cose “HORROR” da elencare si è sentita di dire COSA FARE PER AVANZARE A PICCOLI PASSI E PUNTA SUGLI AFFITTI A BREVE TERMINE

Cartelli affittasi

Ecco cosa risponde invece durante l’intervista Luciana Raiteri Home Stager che ringraziamo vivamente : Una volta si investiva nel mattone, affittando gli appartamenti per ammortizzare le spese di tasse e manutenzione (e si riusciva).
Oggi e’ difficilissimo riprendere possesso di un immobile affittato e capita sempre più spesso l’inquilino moroso…invece se prendiamo in considerazione la prima casa per la coppia giovane…la crisi della classe media, la disoccupazione giovanile e la fuga all’estero dicono tutto. Secondo Luciana oggi può funzionare solo la formula a riscatto…con molta elasticità e serietà.
In conclusione deduciamo quindi che una casa pulita e presentata bene è una casa venduta, su questo non ci piove, ovviamente c’è molto di più … Tutto comunque ruota intorno alla trasformazione dell’immobile in un prodotto pronto per essere venduto al giusto prezzo di mercato.
Ricordate sempre, “Il modo in cui si vive la propria casa, e il modo di commercializzare e vendere la vostra casa sono due cose diverse.”
Home Staging a oggi è un formidabile strumento VINCENTE  ed è  l’unico mezzo che converte una casa vissuta in una casa pronta per essere abitata.

Facciamo un rigraziamento speciale per il suo contributo a:

Stefano Gramitto Ricci – Home Italia – Gabriella Sala – Guarini Mariagrazia alias Mary Ciaccia –  Giggi Benedetti
Marco Zanini Ag.Imm. – Planimetrie arredate – Simonetta Razzini – Ubaldo Locicero –  Luciana Raiteri